EMERGENZA CORONAVIRUS, LETTERA AL SINDACO DI ANZIO

UNI   LETTERA AL SINDACO                         coordinamento di Associazio
seSede SedeSe  Sede operativa Via delle Margherite 125, Anzio
email: unitiperlambiente@gmail.com

Al Sindaco di Anzio                                                                                                                                                                            DottCandido De Angelis
Gentile Signor Sindaco,
a nome mio e dei gruppi che aderiscono ad Uniti Per l’Ambiente ritengo doveroso  intervenire in questo momento di emergenza sanitaria per confermare la mia e nostra disponibilità a contribuire  alla difesa della gente del nostro Comune. Ritengo che, ogni atteggiamento polemico ed ogni situazione irrisolta debbano ora essere messi da parte per pensare solo alla difesa della salute della nostra gente specialmente in previsione di una probabile evoluzione  ulteriormente negativa dell’epidemiaPer quanto ci riguarda noi  stiamo lavorando nella direzione di una  sensibilizzazione  dei nostri  concittadini  ad attuare le disposizioni che  verranno imposte a livello nazionale e locale, limitandoci a divulgare solo documenti verificati . E lo facciamo attraverso i molteplici canali di cui disponiamo in rete e sulla stampa.  Ritengo utile però suggerire, a livello istituzionale,l’esigenza di un atteggiamento che vada oltre l’emissione di ordinanze e di disposizioni che, conoscendo la nostra gente, vengono spesso prese con atteggiamento pericolosamente superficiale. Come ho già avuto occasione di suggerire  ritengo indispensabile che il Comune diventi una controparte viva, attiva ed aggregante  in questo momento di emergenza e per farlo deve usare mezzi più agili e più accessibili da parte dei cittadini. Numeri telefonici a cui spesso non risponde nessuno non possono bastare a stabilire un rapporto di collaborazione e di fiducia con la gente in momenti di concitazione. Mi permetto pertanto  di suggerire quanto segue:
1. La creazione immediata di un  punto di interazione agile e  permanente  nel sito del Comune di Anzio  a cui i cittadini si possano rivolgere  per avere chiarimenti ed informazioni in tempo reale. 
2. La creazione di 3 punti di informazione comunale posti ad Anzio Centro,  Lavinio, Colonia che operino dalle ore 9,00 alle ore 18,00 e che forniscano informazioni e presidi sanitari come mascherine e guanti.
3. La creazione di un nucleo di 4 pattuglie  mobili da due persone di Polizia Locale che intervengano presso supermercati e punti di assembramento affinchèfacciano applicare le disposizioni vigenti.
Non credo proprio  che quanto suggerito sia oneroso o di difficile attuazione se si dispone di qualche capacità manageriale che ad un Sindaco imprenditore non può mancare. 
Ritengo necessaria l’attivazione del nucleo di Protezione Civile del Comune di Anzio che certamente potrà contribuire in modo fattivo in questa emergenza. Ogni singola attività che riguarda questa emergenza deve essere coordinata da una singola persona che dovrà essere designata.
Per quanto ci riguarda noi restiamo a disposizione per quanto ci è possibile svolgere e per quanto siamo capaci di suggerire con lo spirito di servizio che ha sempre contraddistinto i nostri comportamenti. 
Buon lavoro                                                                                          Sergio Franchi

Nessun commento:

Posta un commento

POSTS

DI NUOVO BIOGAS

UPA non molla. Uniti Per l’Ambiente insiste nella richiesta di  vedere come stanno le cose                                 ...