DI NUOVO 5G

 

Il mondo scientifico è diviso sui danni che il sistema 5G può produrre

                            CHE SUCCEDE AD ANZIO?

E’ stato costituito un nucleo tecnico che, nell’ ambito di Uniti Per l’Ambiente, si sta occupando di approfondire gli aspetti legati alla problematica del nuovo sistema di trasmissione dati comunemente chiamato 5G (quinta generazione). Questo è un grosso problema che, interessi economici e potentati politici di vario tipo, complice la stampa, stanno cercando di tenere in sordina. 

E’ un sistema che sposta capitali immensi e quindi si può comprendere che chi quei capitali muove voglia farlo senza alzare troppa polvere. L’approccio di Uniti Per l’Ambiente non è ideologico perchè, se lo fosse,  non  potrebbe essere un’espressione  di questo coordinamento di associazioni e comitati che difendono l’ambiente di Anzio. Come appare logico che, se formiche non potranno mai fermare gli elefanti, associazioni e comitati non potranno fermare il 5G che, giova ricordare,  è anche un’espressione di progresso. Ma la domanda resta una” il 5G è innocuo?”, “la sua compatibilità con la salute pubblica può considerarsi come verificata ? “. 

La risposta è no. Centinaia di Sindaci italiani hanno deliberato di rimandare l’installazione fino a che tale risposta non sia positiva. Per sapere a che punto siamo ad Anzio, è stato chiesto di accedere agli atti del Comune per saperne di piu.

 

Segretario Generale

p.c. Presidente Commissione Ambiente

       Assessore all’ Ambiente.

       Gentile Segretario Generale

OGGETTO : Richiesta di accesso agli atti ai sensi dell’art. 22 della Legge 241/1990 smi.

Gentile Segretario Generale,

in considerazione del dibattito in corso a livello internazionale sulla pericolosità del sistema di trasmissione dati di quinta generazione definito con l’acronimo 5G, in considerazione del fatto che piani di attuazione sono in atto in vari comuni italiani, molti dei quali hanno posto in atto una moratoria nel piano di attuazione locale in attesa di verifiche sullo stato di pericolosità, ritengo che i cittadini di Anzio debbano essere informati sullo stato dell’arte in ambito comunale e su quanto è programmato in merito a tale progetto, in quanto si tratta di materia  che riguarda  la loro salute e di quelle dei loro figli.

Per tanto, il sottoscritto Sergio Franchi, a nome e per conto del Coordinamento informale di Associazioni, Comitati ed Enti denominato Uniti Per l’Ambiente, chiede di accedere agli atti del  fascicolo che contiene i documenti relativi al piano di attuazione comunale delle comunicazioni approvato ed in corso di attuazione. 

L’accesso agli atti avverrà da parte del personale che nell’ ambito della nostra organizzazione si occupa del settore dell’inquinamento elettronico i cui nomi verranno forniti quando questa richiesta sarà stata positivamente evasa e l’esito comunicato con lo stesso mezzo.

La presente richiesta viene giustificata dal fatto che Uniti Per l’Ambiente è un consesso che è portatore di interessi della popolazione di Anzio.

Distinti saluti.

Anzio 4/10/2020                                              Dr. Sergio Franchi

Nessun commento:

Posta un commento

POSTS

MAPPA 5G IN ITALIA

5G, LA NUOVA TECNOLOGIA Si continua a parlare di 5G, la nuova tecnologia che permetterà una connessione globale di tutto.       Sarà  L'...